“La saggezza è lasciar crescere ciò che nasce,
gustare ciò che è maturo
e lasciar perdere ciò che è morto.”
[Keshavjee S.]

*NUOVA USCITA*

*BEST SELLER*

Da non perdere

* Per psicologi e psicoterapeuti

* Per tutte le professioni sanitarie

* Aforismi terapeutici

* Aforismi e metafore

La doppia solitudine nella dipendenza affettiva



Vi è capitato di frequentare qualcuno che conoscevate intimamente e di notare in lui/lei drastici cambiamenti psicologici in corrispondenza di una sua relazione sentimentale? Quante volte avete pensato “Non ti riconosco più” nel constatare che il vostro amico o la vostra amica siano diventati tristi, irrequieti, isolati o depressi dopo l’incontro di quello che considerano il/la loro nuovo/a partner? Continua a leggere


Il Narcisismo spiegato attraverso il fiore del narciso

Il narcisismo come tratto della personalità e come tendenza patologica è stato descritto per la prima volta nel 1892 dallo psicoanalista Havelock Ellis. Come scrivo nel mio libro “I narcisisti perversi e le unioni impossibili”, Ellis si riferì esplicitamente al mito greco di Narciso per descrivere l’autoerotismo e grazie a questa potente intuizione spianò la strada agli studi successivi sulla specifica ed enigmatica modalità affettiva del narcisismo resa famosa da Freud e, oggi, tema centrale nella ricerca sulle dipendenze affettive e sui disturbi relazioni. Continua a leggere

Workshop Roma, 17 novembre 2019

WORKSHOP 17 NOVEMBRE orario 10:00-14:00/15:00-19:00

“LA DIPENDENZA AFFETTIVA TRA ECO E NARCISO”

Strumenti, tecniche e strategie psicoterapeutiche a breve termine

di Enrico Maria Secci

Sintesi del programma

La dipendenza affettiva non si trova ancora nei manuali diagnostici, ma è inscritta a lettere scarlatte nella realtà. Nella pratica clinica questa sindrome relazionale irrompe con particolare evidenza e drammaticità e, per questo, richiede una formazione specifica e aggiornata.

Partendo da un inquadramento del narcisismo patologico e dalla concettualizzazione sistemico-relazionale del disturbo complementare, la sindrome di Eco (o ecoismo), il workshop presenta un modello integrato di psicoterapia a breve termine per le dipendenze affettive.

Come condurre una terapia efficace sin dalla prima seduta? Come regolare il setting per ottimizzare l’efficienza e l’efficacia del trattamento? In che modo affrontare la sintomatologia complessa e multi-forme dello shock relazionale? Quali manovre e prescrizioni possono sbloccare in tempi brevi i circoli viziosi della dipendenza affettiva e le sue manifestazioni psicopatologiche? Il seminario, rivolto a psicologici e psicoterapeuti, alterna teoria e pratica, prevede la presentazione di contenuti originali, il confronto su casi clinici ed il coinvolgimento dei partecipanti in esercitazioni strutturate.

La finalità è quella di stimolare i professionisti in aula all’applicazione multi-modello della psicoterapia strategica integrata per intervenire in modo tattico e focalizzato su casi reali.

www.scupsis.org

Il narcisista in psicoterapia. Lo specchio spezzato

Anche se accade raramente, i narcisisti perversi entrano in terapia avvinti da sintomi clinici come insonnia cronica, abuso di sostanze, ansia e depressione, o spinti dalla necessità di perfezionarsi per conquistare quelle vette grandiose cui si sentono destinati per diritto naturale e a cui la loro condizione di essere umani, inaccettata ed inaccettabile, costituisce un impedimento gravoso.

Purtroppo, la propensione al cambiamento del narcisista patologico si limita al perdurare dei sintomi, perciò tende ad abbandonare il trattamento non appena si sente meglio o bene, senza avvertire la necessità di mettere in discussione e di modificare le proprie modalità di relazione e la propria visione di se stesso, degli altri e del mondo.

Il compito del terapeuta è quello di stabilire una relazionale sufficientemente buona da consentire la remissione del disturbo che ha motivato la richiesta d’aiuto e, consapevole della tendenza all’abbandono precoce della psicoterapia di questi pazienti, fare in modo che essi possano proseguire il lavoro in futuro, quando nuove difficoltà potrebbero riaccendere il bisogno di cambiare. Continua a leggere

Il narcisista Dorian Gray

Nel 1979 il sociologo statunitense Christopher Lash pubblicò il discusso saggio “La cultura del narcisismo” in cui allertava la società americana sulla diffusione di massa del narcisismo e sulle sue conseguenze sulla collettività. Mai come oggi, la controversa analisi di Lush sull’individualismo esasperato, il culto del corpo, l’ossessione per il sesso e per il successo, il terrore della morte e la caduta di valori come solidarietà, empatia e senso di responsabilità suona come una profezia.

Il narcisismo si è trasformato in un autentico modello culturale, viene incoraggiato, elogiato e veicolato con la diffusione virale di immagini e messaggi attraverso i mass media che, in modo palese o occulto, esaltano incessantemente la bellezza fisica, la cura maniacale dell’apparenza e la sessualità come panacee universali per la felicità. Continua a leggere

Quando l’amore ti spezza il cuore per davvero: La sindrome di Takotsubo




La sindrome di Takotsubo è un’alterazione cardiaca correlata al trauma affettivo  e allo stress prolungato che ne deriva. Individuato negli anni ’90 da ricercatori giapponesi, questo disturbo prende il nome da uno strumento per la pesca del polpo, il takotsubo, perché il cuore dei pazienti “ammalati d’amore” subisce una deformazione che ricorda la tipica forma di questa particolare trappola ittica.

Mediante risonanza magnetica è stato evidenziato che a seguito di lutti, delusioni o abbandoni sentimentali il muscolo cardiaco può subire un pericoloso cambiamento a carico del ventricolo sinistro, con conseguenze potenzialmente letali, come infarto e angina pectoris. Continua a leggere


La narcisista perversa


Il narcisismo patologico femminile presenta tratti e modalità differenti dal narcisismo maschile e per questo risulta meno riconoscibile.
La spavalderia e l’arroganza, la distruttività e la propensione al tradimento e alla menzogna tipiche del narcisista in un quadro di grandiosità quasi sempre palese, quindi facilmente individuabile, sono aspetti presenti nel narcisismo femminile, ma mimetizzati accuratamente in una cornice di finta amabilità, integrità morale e gentilezza. Continua a leggere